lunedì 28 maggio 2007

ONG BAK

Ong Bak



Non resisto, ho visto Ong Bak ieri e non posso non parlarne ora, anche perché ultimamente ho pochissimo tempo e magari mi tocca rimandare a settimana prossima.

Premetto che questo film è una trashata pazzesca, ma è qui che sta il bello.
Ong Bak non ha la pretesa di essere un film "bello" impegnato o altro, è puro intrattenimento e riesce benissimo nel suo scopo.

Il regista Prachya Pinkaew erano anni che voleva fare un film sul Muay Thai, ma solo nel 2003 ha l'occasione che tanto aspettava.

Fare un film del genere senza effetti speciali, cavi o altro pareva impensabile ed era l'intento primario del regista, cosa non certo semplice visto le acrobazie presenti nel corso del film; e qui arriva un certo Tony Jaa nome d'arte occidentale di Panom Yeerum attore Thailandese da molti definito come il  nuovo Bruce Lee.

Vedendo il film non si può che rimanere a bocca a perta davanti alle prodezze di Jaa, veramente un qualcosa di indescrivibile.

La storia è un pretesto per darsi mazzate e poco altro, è tutto basato sulle scene di combattimento e sulle trovate comiche.

Questo film sarebbe piaciuto a Bruce Lee, infatti in molti casi lo ricorda.
Peccato per il solito adattamento Italiano che vede un doppiaggio abbastanza misero, tagli di scena e qualche cambio di musica, e dire che il tutto è stato portato in europa da Luc Besson, non certo da un Johnny qualsiasi.

Resta il fatto che vi consiglio di vedere questo Ong Bak, senza stare a farvi troppe menate sulla trama o sui dialoghi, godetevi il puro spettacolo visivo e trash che è questa pellicola.

Onore a Tony Jaa, che è veramente un atleta fuori dall'umano.

















sabato 26 maggio 2007

UFO ROBOT GOLDRAKE IN DVD


Finalmente dopo anni di attesa D/Visual fa uscire i primi 2 DVD dedicati alla serie di Ufo robot Goldrake del grande Go Nagai.

Inutile dire che per tutti i 30 enni di oggi questa serie sia un culto ormai.
Nata in Giappone nel 1975 ha visto la luce sui nostri schermi soltanto 3 anni dopo sulla Rai.
Fu l'inizio dell'invasione dei cartoni animati Giapponesi in Italia, un invasione che è andata avanti per anni tra lo sconcerto dell'opinione pubblica e l'amore incondizionato di bambini e adulti dell'epoca.

Goldrake arrivò in un momento particolare della storia Italiana, sicuramente rivoluzionò il modo di vedere il cartone animato per sempre, noi abituati al massimo alla cattiveria di Gatto Silvestro rimanemmo affascinati dalle gesta di Actarus e soci senza preoccuparci troppo di tante cose che poi i giornalisti vollero affibbiare agli Anime.


Questa edizione è sicuramente curata, D/Visual ha fatto un ottimo lavoro, ma manca la
perfezione che tutti si aspettavano da quest'opera.
La qualità dell'immagine è molto buona, c'è stato un certo lavoro di pulizia del tutto e si vede, anche se i 32 anni dell'opera iniziano a pesare un poco.

Il doppiaggio che è la cosa veramente importante per i nostalgici è molto buono, intendo quello nuovo, presente in 2 versioni, con i nomi originali e i nomi come sono stati mandati all'epoca del doppiaggio storico, e qui viene il punto dolente.
Manca assolutamente il doppiaggio storico, il doppiaggio che ha fatto conoscere a tutti noi questa serie.

Una gravissima mancanza a mio avviso, che D/Visual ha cercato di arginare proponendo appunto 2 doppiaggi all'interno del DVD.

C'è da dire che alcuni punti dei dialoghi sono stati cambiati visto che all'epoca del primo doppiaggio non erano sempre fedeli e coerenti con la storia.
Sono stati richiamati a ridoppiare questa serie molte persone che avevano partecipato al primo doppiaggio, tra l'altro stupendo.
In particolare fa piacere risentire Romano Malaspina nelle veci di Actarus, il suo timbro di voce con gli anni è sì maturato ma se è possibile è addirittura migliorato.

Koji Kabuto alias Alcoor per i profani è doppiato da Fabrizio Vidale, buono ma non all'altezza nemmeno lontanamente del vecchio doppiatore, Giorgio Locuratolo.

Il resto del cast è rimasto invariato per quanto riguarda Venusia e il Dottor Procton, doppiati rispettivamente da un incredibile Rosalinda Galli e da un altrettanto in forma Elio Zamuto.

Si fa sentire la mancanza di Armando Bandini nei panni di Rigel, qui sostituito da un buon Oliviero Dinelli.

Gli altri doppiatori mi hanno convinto poco, soprattutto i cattivi, capisco che era impossibile richiamare tutti i vecchi doppiatori, ma per personaggi come Re Vega avrei preferito voci più convincenti.

Da segnalare Fabrizio Mazzotta, se non erro anche direttore del doppiaggio, 30 anni fa era nei panni del piccolo Mizar, oggi per forza di cose doppia piuttosto bene Banta.
Sulla professionalità del prodotto non c'è niente da dire, ben confezionato, ottima grafica, e prezzo abbordabile, 6 episodi a DVD per 24 euro.

Però ci sono varie cose che non mi hanno colpito in positivo, in primis la già citata mancanza del doppiaggio storico.

Poi non capisco come si fa a mettere la lingua GIapponese senza mettere i sottotitoli, una scelta veramente infelice giustificata da D/Visual con il fatto che i DVD sono stati fatti nella terra del sol levante, si ok ma metterci dei sub in Ita ci voleva tanto?

I contenuti speciali sono praticamente zero, e spero che nelle prossime uscite ci siano almeno interviste ai vari doppiatori o addirittura a gente come Araki e Nagai, ma ci conto poco.
Le uscite saranno 12, per cui fatevi bene 2 conti e tenete conto delle mancanze che vi ho elencato, poi se non siete dei puristi e volete ad ogni costo Goldrake in DVD, accattatevi questa edizione senza riserbo, che ve lo dico a fare... ;)


Per maggiori info:







www.uforobotgoldrake.com/

domenica 20 maggio 2007

JOHN LANDIS & DARIO ARGENTO PROFESSORI PER UN GIORNO

JOHN LANDIS


John Landis, regista di film come Blues Brothers, Una poltrona per due, Un lupo mannaro americano a Londra, Spie Come Noi, martedì 29 maggio sarà ospite dell’Università IULM e di Sky Cinema per tenere una Lectio insieme a Dario Argento sul tema “Il mestiere del regista”.

La Lectio dei due maestri del cinema internazionale si svolgerà alle ore 10.00 in Aula Magna (Università IULM, Via Carlo Bo 1 – Milano) e sarà moderata dal Prof. Gianni Canova.

L’evento si terrà in lingua inglese (saranno disponibili 300 ricevitori per il servizio di traduzione simultanea).

Per la prenotazione on line dei posti:

Qui


Fonte: http://www.iulm.it/




lunedì 14 maggio 2007

1 ANNO E' PASSATO...


Quasi ogni giorno mi capita di rivivere quel momento... ma oggi in particolar modo che è il suo anniversario devo dire che è più doloroso...
Quella porta chiusa, quella brutta sensazione nel cuore, e tu li... senza vita alcuna, lasciato solo nell'indifferenza generale di un mondo dove i morenti sono solo un fastidio...

Non c'è cura a un tale dolore, non c'è pieno che possa riempire un tale vuoto, una tale desolazione.

Ogni tanto sento la tua anima vicino a me, o mi illudo di sentirla non lo so... ma voglio veramente sperare e credere che ora tu sia felice da qualche parte a scolpire il tuo legno tanto amato e a vegliare sui tuoi cari...

Ricorderò sempre quanto hai lottato per noi, quanto hai fatto per la tua famiglia, e vivrò sino all'ultimo per cercare di non deluderti mai, e non ti preoccupare....
Anche se a volte sembro non farcela non mollerò tanto facilmente nemmeno io.
Noi abbiamo la scorza dura!

Oggi in particolar modo...mi piace ricordarti così, con la tua amata Alita:






Pà



Ti voglio ringraziare per avermi insegnato tanto anche nei tuoi silenzi... per avermi dato tutto ciò che un figlio possa desiderare nonostante le tante avversità che la vita ci ha dato...
E stai tranquillo.. so che hai sempre cercato di fare il nostro bene anche quando non sembrava... d'altro canto non avevi molte altre scelte...


Vienimi a trovare più spesso in sogno...





Con affetto e stima infinita... Tuo figlio Moreno.
                                                       

lunedì 7 maggio 2007

SPIDER-MAN 3

Locandina Spiderman 3

Finalmente sono riuscito a vedere il tanto agognato Spiderman 3.
Che dire, le mie previsioni di ormai un anno fa si sono avverate, decisamente troppa carne al fuoco.
Ma andiamo con ordine:

Questo nuovo capitolo vede il nostro arrampicamuri preferito ormai adagiato nel suo ruolo di eroe amato da tutti, felice con la donna che ama e all'apparenza con nessun problema... ma oscure nubi si prensentano all'orizzonte, eh si.. sotto forma di un simbiota alieno che diverrà poi la nemesi di Spiderman, ossia il tanto amato/odiato Venom.

Il film parte decisamente in quarta facendo ben sperare per il proseguo della pellicola, purtroppo poi si dilunga troppo sulle vicende sentimentali di Parker, senza contare che ci sono decisamente troppi super nemici.
Nella fattispecie, Harry Osborn nei panni del nuovo Goblin, l'uomo sabbia, e il già citato Venom.

Stendiamo subito un velo pietoso sul costume di Goblin, più adatto a un film sulle tartarughe ninja che per Spiderman...
L'uomo sabbia risulta sicuramente il nemico meglio rappresentato e con una buona caratterizzazione, anche se il suo dialogo finale con Peter è un pò penoso, lasciatemelo dire!

Venom, oddio... non ha nulla del carisma del personaggio dei fumetti, si vede che è un aggiunta forzata, e qui Raimi ha toppato alla grande... non doveva farsi convincere dalle pressioni delle Major! Infatti il caro bestione nero non ci doveva essere, poi il regista si è fatto convincere dai capoccia Sony visto che Venom è molto amato e commercialmente è stata sicuramente una mossa azzeccata... peccato che un personaggio di simile caratura meritava sia una caratterizzazione migliore, sia un episodio a lui dedicato.




Spiderman



Questo film è sicuramente il peggiore della trilogia, mi dispiace dirlo, ma è pù brutto del secondo e MOLTO peggiore del primo.

Ci sono troppe cose affrettate e buttate li, dialoghi senza mordente, situazioni di anni che si risolvono in 2 secondi... veramente un peccato perché questo Spiderman non ha certo solo difetti.
Prima di tutto ha degli effetti speciali veramente stupendi, e le scene d'azione sono tra le migliori della serie.
Non manca qualche spunto comico, molto bello l'ennesimo cameo di Bruce Campbell, penso il punto più esilarante del film.


Kirsten Dunst


Mi è piaciuto il tema della vendetta, del lato oscuro di Spiderman, il dualismo, peccato che il buon Tobey Mcguire non sia esattamente credibile nella parte del cattivo.
Alcune scelte poi le ho trovate fuori luogo, veramente Peter Parker che suona al piano non dovevano farmelo.


Altro punto dolente è la presenza di Gwen Stacy, la mia amata Gwen me l'hanno ridotta a una gallina senza un briciolo di cervello con all'attivo si e no 2 o 3 battute.... penoso! Sarebbe stato molto più intelligente far intervenire nel triangolo amoroso Betty Brant, presente dalla prima pellicola tra l'altro.

Anche il finale non mi ha soddisfatto, veramente brutto e tirato, con dei dialoghi scontati a dir poco.


Sam Raimi che cavolo mi hai combinato? Questa volta sono rimasto deluso da questa pellicola e spero che l'intero cast si prenda una bella vacanza prima di rovinarmi un mito della mia infanzia!

Ci tengo a precisare che questa stroncatura non è totale, che la pellicola sicuramente è a un altro livello rispetto a quasi tutti i film sui super eroi che si vedono abitualmente, ma non è a livello della saga, non è il film che un regista come Raimi si può permettere di fare, soprattutto lui che oltre a essere un grande regista è anche fans di Spiderman, questa non me la doveva fare!
Che qualcuno mi esorcizzi da Pippo Baudo e magari impedisca al buon Sam di piegarsi ancora al volere delle major!

Nel frattempo vi segnalo che è uscito un DVD su Spiderman 2 contenente 8 minuti in più, inizialmente scartati, accattatevelo!



martedì 1 maggio 2007

LE CHEVALIER D'EON


LE CHEVALIER D'EON


"In principio era il Verbo...


Era l'epoca in cui regnava Luigi XV.
Versailles risplendeva di gloria e, al ritmo dell'impetuoso scorrere della Senna, Parigi era permeata da un tanto ammaliante quanto orripilante caos.
Il fluire del tempo cambia tutto e non restano che parole.
Quindi io, D'Éon de Beaumont, vi racconterò ora una storia.
Quella mia e dei miei compagni, che credevamo nello spirito della Francia.
Quella di tutti gli eventi che segnarono la fine di un'epoca.
E del cadavere di una donna sospinto verso le rive di Parigi.
Il nome della donna era Lia de Beaumont, mia sorella maggiore.
Quello fu l'inizio di tutto."



Questo l'inizio della storia de Le Chevalier D'eon, almeno nella versione Anime.
La serie TV, composta da 24 episodi, è un adattamento dei romanzi storico-fantastici scritti da Tow Ubukata, da cui è stato tratto anche un manga in uscita il prossimo 7 Maggio in Italia ad opera di Star Comics.


Le chevalier D'eon Manga



I romanzi stessi si rifanno *seppur vagamente* ad un personaggio realmente esistito,
Charles-Geneviève-Louis-Auguste-André-Timothée Éon de Beaumont
(1728-1810), diplomatico francese, spia, soldato e membro della Massoneria. La caratteristica principale di D'Éon è il mistero del suo sesso: uomo o donna? Egli visse metà della sua vita in abiti maschili, l'altra indossando vesti femminili. Proprio a causa dì questa promiscuità furono fatte molte scommesse, ma nessuno poté mai affermare con certezza se il cavaliere fosse uomo o donna fino alla sua morte, quando l'autopsia eseguita dai medici svelò finalmente il suo segreto.


D'eon



Si dice che anche la Ikeda si sia ispirata a questo personaggio storico per la sua Oscar, ma non ci sono conferme a riguardo.

Per ora ho potuto vedere solo l'Anime e devo dire che è veramente ben fatto e coinvolgente, anche se la storia ha molti tempi morti il tutto è ben realizzato e invoglia alla visione, ben sopra la media delle serie attualmente in giro.
Tra l'altro presto potremo vedere l'Anime de Le Chevalier D'eon anche in Italiano grazie a Yamato.
Ne consiglio caldamente l'acquisto, soprattutto se avete amato Lady Oscar, anche se i punti in comune tra le 2 serie sono veramente pochi, se non l'ambiguità del personaggio principale e  il contesto storico.


Eccovi il Trailer:








E l'opening ad opera di Miwako Okuda:




Super Nintendo Mini

Nelle mie mani pacioccose Gia l'anno scorso Nintendo ci ha deliziato con l'uscita del primo Nes 8 Bit in versione mini....