venerdì 31 ottobre 2008

Intervista col vampiro - il manga

interview with the vampire manga



Come alcuni sanno una mia grande passione sono i vampiri, e uno dei miglior libri sull'argomento, è sicuramente Intervista col vampiro di Anne Rice, a cui dedicai tempo fa un post sul blog.

Giorni fa girovagando ho scoperto che esiste il manga dell'opera della Rice.
Uscito nel 1994 in Giappone a opera di Udō Shinohara, devo dire che dal poco che ho visto mi pare piuttosto fedele allo spirito della storia originale.
Purtroppo in Italia tale fumetto non è ancora stato pubblicato, chissà mai che possa accadere nel prossimo futuro.

Vi allego un video riassuntivo del manga, con in sottofondo una canzone molto bella dei Within Temptation, Angels.





venerdì 24 ottobre 2008

Rock’n’Music Planet






Ci tengo particolarmente a parlare di questa iniziativa perché la ritengo molto meritevole di attenzione, avendola visitato lunedì posso testimoniare in prima persona la bontà della cosa.

Ma andiamo con ordine, cos'è Rock’n’Music Planet?

Parlo di una mostra situata in pizza Duomo a Milano. Sono esposti le memorabilia musicali di Red Ronnie, la sua collezione privata!
Si spazia da Elvis Presley a Jimi Hendrix, da Jim Morrison ai Beatles, dai Rolling Stones a Bill Haley, da Miles Davis a David Bowie, da Woodstock al Live Aid, dai Sex Pistols a Madonna.
C'è un pò di tutto, dalla chitarra usata da Hendrix al calco del viso di David Bowie, sino ad arrivare alla lettera scritta da John Lennon per sancire la fine dei Beatles. Certo è che un appassionato di musica non può e non deve lasciarsi sfuggere quest'occasione.


Ho avuto modo di parlare con il curatore della mostra, Red Ronnie, e mi ha assicurato che presto verrà inserito un sistema di audioguida con la sua voce, per meglio raccontare gli oggetti esposti. L'ho visto molto determinato e credo che sia veramente orgoglioso di ciò che è riuscito a fare.

Molto interessante la struttura dove è ubicata la mostra, buonissima l'idea di ricreare l'atmosfera del mai troppo compianto Roxy Bar, subito all'entrata, da notare che ci sarà la possibilità di ascoltare musica dal vivo e consumare cibi e bevande.
Il costo di ingresso è di soli 5 euro, per cui non avete scuse, se passate dalle parti del Duomo DOVETE visitare questa mostra.


martedì 21 ottobre 2008

WALL-E

Wall-E




Ambientato nel 2700, la nuova pellicola Pixar ha per protagonista un robot chiamato WALL-E, simpatico robot spazzino, ultimo rimasto della sua "specie", con il compito di ripulire la terra dai rifiuti lasciati dagli esseri umani su un pianeta ormai totalmente disabitato a causa del grande inquinamento atmosferico. La solitudine si sa è brutta cosa, e il robot con il tempo inizia a sviluppare una forte consapevolezza di sè, anche grazie al contatto con gli oggetti che trova nei rifiuti.

Quando un giorno dallo spazio infinito ecco arrivare ciò che WALL-E tanto agognava, la compagnia di una robottina.

Il regista Andrew Stanton ha vinto sicuramente la sua scommessa. Fare un film per la gran parte del tempo muto con dei robot come protagonisti non è cosa facilissima, ma devo dire che il risultato è veramente buono, e per assurdo la pellicola perde proprio nella sua seconda parte, quando i dialoghi iniziano ad aumentare.

Da amante di Chaplin infatti non ho potuto che apprezzare le parti "mute", mi han ricordato molto le pantomine dei film con Charlot, la poeticità i sentimenti, ci son tutti!
Tecnicamente siamo al top, come sempre Pixar punta a superare sè stessa di volta in volta.
La trama mi è piaciuta molto, ma trovo che si perda un po’ nel finale, un peccato perché questo film se non è un capolavoro poco ci manca. Ci son tanti spunti di riflessione, riesce a divertire e a commuovere allo stesso tempo, cosa non da poco direi!

I vari robot sono tutti molto ben caratterizzati, anche se come ho già scritto in precedenza sul blog, la somiglianza tra Numero 5 di Corto circuito e WALL-E è abbastanza imbarazzante.

I temi trattati sono molto attuali, tra cui possiamo individuare facilmente: l'inquinamento, lo smaltimento dei rifiuti, la solitudine, la troppa informatizzazione, l'obesità. Ma il messaggio di fondo del film rimane positivo, e ancora una volta i geniali creatori Pixar ci regalano una perla che rimarrà come termine di paragone del genere negli anni a venire.

N.B. Il corto Pixar "Presto" che anticipa WALL-E al cinema è veramente bello, tanto che ho deciso di inserirlo nel post. Il cortomettraggio è dichiaratamente ispirato ai cartoon della Warner Bros, Tom & Jerry, Bugs Bunny in particolare, spero lo apprezzerete.


Final Trailer in HD:








Presto:

mercoledì 15 ottobre 2008

Casshern Sins

Casshern Sins




I remake van sempre di moda, e anche l'animazione nipponica sembra entrata in questa ottica ormai da diverso tempo. Ecco così dopo il rifacimento di Jeeg il remake dello stupendo Casshern, da noi meglio noto come Kyashan.

A dire il vero non è la prima volta che l'androide di casa Tatsunoko viene riproposto, ma per fortuna questa  volta non si può parlare tanto di un'operazione meramente commerciale.

La serie da quel poco che si è visto, 2 episodi, pare voler affrontare le tematiche in modo adulto, non a caso anche l'orario di messa in onda in patria - 22,30 - e il tutto non sa di già visto come accade spesso nei remake, ma anzi, ci son buoni spunti per una bella serie.

La trama vede un Kyashan decisamente smemorato, come perso nel mondo in cui vive, continuamente attaccato da robot che vogliono "mangiarlo" per raggiungere così l'immortalità. Luna sembra essere stata uccisa dallo stesso Kyashan, ma tutto è ancora un grande punto interrogativo visto che siamo all'inizio e la trama viene svelata mano a mano.

I disegni mi hanno colpito molto in positivo, la produzione Mad House ha svolto un lavoro egregio e il tratto vagamente ispirato a Shingo Araki è più che riuscito. Non a caso il regista, Shigeyasu Yamauchi, ha lavorato a molte cose dei Saint Seiya.L'animazione devo dire non mi è parsa sempre all'altezza, ma è ancora un pò presto per dare giudizi definitivi.
Spero che mla serie non si perda con i prossimi episodi.

Vi lascio con i primi 8 minuti del primo episodio con sottotitoli in inglese:





sabato 11 ottobre 2008

Rosemary's baby - Nastro rosso a New York

Ultimamente mi sto dedicando un pò al cinema di Roman Polanski, regista di cui ho sempre amato Per favore non mordermi sul collo, famosa parodia dei film vampirici. Pochi giorni fa ho visto La nona porta, ma a parte Johnny Depp, niente di che, anche se la prima parte l'ho trovata piuttosto godibile...
Bene, mi mancava particolarmente un film, sempre a tema demoniaco come La Nona Porta, parlo ovviamente di Rosemary's baby. Tratto da un libro di Ira Levin, autore non certo nuovo agli adattamenti cinematografici.

Una giovane coppia si trasferisce in un appartamento a Manhattan, non un posto qualsiasi visto che è stato spesso teatro di efferrati delitti, ma i due decidono comunque di andarci senza badare troppo allle dicerie della gente. Poco tempo dopo, Rosemary, la giovane sposa, scopre di essere incinta...
inizia ad accusare molti malesseri, e a capire che il vicinato non è così buono come appare...

Un film di un impatto oserei dire devastante... tutto giocato su sottili linee di confine, che vengono piano piano varcate dallo spettatore, portato per mano dalla mirabile regia e dall'interpretazione straordianaria di una giovanissima Mia Farrow all'interno di un incubo senza fine.
La tensione è quasi sempre molto alta, senza artifici visivi, ma tutta giocata su una trama e una regia veramente eccellenti.
Non si capisce mai dove finiscono le fobie della protagonista e inizi la realtà... solo il finale dà la chiara realtà dei fatti, anche se uno spettatore smaliziato arriva a capire determinate cose prima del tempo. Questa cosa però non diminuisce la qualità dell'opera, anzi, aumenta così, se è possibile, l'empatia tra chi guarda e chi subisce gli eventi.

Come avrete capito, questo non è un film come tanti, è un capolavoro, un Thriller senza tempo che rimarrà negli anni per sempre, d'altro canto regge da una quarantina di anni e Polanski può dormire sonni tranquilli da questo punto di vista.
Si parla di un remake della pellicola, ma onestamente, lascerei certe opere dove stanno.

Vorrei infine segnalare alcune cose quantomeno inquetanti.

Prima di tutto esattamente un anno dopo che venne finito il film (1969) il regista ebbe un gravissimo lutto, sua moglie, Sharon Tate, venne massacrata incinta dalla Manson Family.
Le riprese esterne vennero realizzate nello stabile Dakota di New York, dove nel 1980 verrà assassinato John Lennon, amico personale di Mia Farrow. Le ringhiere che circondano il Dakota sono decorate con teste di draghi.

Ci sarebbero altri aneddoti ma questi mi sembrano già abbastanza per tracciare il profilo di una pellicola che in qualche modo si può definire "maledetta".

Ho evitato, nel possibile, spoiler in questa "recensione", non voglio rovinare la visione di tale film a nessuno, anche se mi rendo conto che la maggior parte di chi legge l'avrà già visto.

Ne avrei da dire ancora ma non voglio annoiarvi troppo.
Ne approfitto per ringraziarvi delle ormai superate 65mila visite, tante volte ho pensato di abbandonare questo blog, ma poi mi sono reso conto che sarebbe un peccato... GRAZIE ancora per l'attenzione!




lunedì 6 ottobre 2008

Dragonball - teaser trailer

Dragonball




Finalmente dopo mesi di attesa è uscito il teaser trailer del live action di Dragonball.

Onestamente sono moooooooolto scettico riguardo la qualità di questo film, non credo proprio che riuscirà a catturare la magia del manga/anime di Toriyama, so che è brutto esser prevenuti, ma da quel che ho visto è difficile non esserlo.

Il regista è James Wong, già autore di Final Destination e X-files,  la parte di Goku è stata assegnata  a Justin Chatwin, già visto nella serie tv Smalville, ma soprattutto nel buon "La guerra dei mondi" di un certo Steven Spielberg.

Il film uscirà negli USA l'8 aprile 2009 e in Italia il 10 aprile.

Il budget è buono e per quanto riguarda gli effetti speciali pare si siano impegnati, soprattutto per quanto riguarda Piccolo (Junior) interpretato da James Marsters, famoso in tutto il mondo per il ruolo di Spike in Buffy l'ammazza vampiri.

Che dire le premesse per un teen movie di bassa lega ci son tutte, vedremo se James Wong saprà stupirci.

Vi lascio con il teaser trailer:




mercoledì 1 ottobre 2008

La mente contorta


Ai miei tempi gli scherzi telefonici erano limitati a una cornetta, si faceva un numero a caso e via con le stronzate. Nell'era di internet, delle web cam, di youtube, le cose son molto cambiate, e girovagando per la rete ho trovato un ragazzo che fa degli scherzi telefonici veramente belli, altro che Libero con l'odioso Teo Mammuccari...

Vi lascio qualche video e ringrazio Francesco per avermi strappato ben più di un sorriso:









La sua pagina su youtube:

QUI

Ciao Alita

Quando sei arrivata nella mia vita, ormai nel lontano 2003, mai avrei immaginato che tu potessi entrarmi tanto nel cuore. Devi sapere, c...