martedì 26 gennaio 2010

Avatar

Avatar





Dopo una lavorazione di 12 anni, finalmente Avatar è tra noi, James Cameron è riuscito ancora una volta a stupire e a segnare un momento storico, basta vedere gli incassi da record di questi giorni per rendersene conto.
Pensato ben prima di Titanic, quando ancora la computer grafica non permetteva cose così avanzate a prezzi contenuti, Avatar è uno dei film più ambiziosi che mi sia mai capitato di osservare. La cura dei particolari è incredibile, la ricostruzione del pianeta Pandora è qualcosa di allucinante, tanto che mi ha portato a commuovermi davanti a tanta bellezza.

Il problema cruciale della pellicola però risiede nella mancanza di una storia che possa sostenere un tale comparto visivo. Sia ben inteso il tutto coinvolge e non lascia indifferenti, ma ho avuto l'impressione che la trama fosse quasi di secondo piano, che nonostante il lavoro immane del regista non ci sia soffermati abbastanza nel cercare di rendere il tutto un più originale. Forse la mia sensazione è dovuta proprio alla lunga gestazione che ha vissuto la pellicola, gestazione che ha fatto passare talmente tanto tempo dall'inizio dell'opera da far perdere nel frattempo un pò di originalità al tutto.

Al di là delle critiche ho finalmente visto un film in 3D dove questo non era un semplice abbellimento, ma bensì parte integrante della pellicola, qualcosa non di ausiliare ma praticamente d'indispensabile per vedere il tutto al massimo splendore.

Gli attori hanno dato tutti una buonissima prova, mi ha colpito in particolare la sempre verde Sigourney Weaver, e Sam Worthington nei panni del protagonista. Voglio menzionare in particolare il motion capture usato per tradurre i vari attori nella loro alternativa Aliena, i Na’vi, veramente d'effetto e a questo proposito cito la bell'attrice Zoë Saldaña nei panni della principessa di Pandora.
Voglio segnalarvi che questo Avatar è anche uno degli ultimi film a cui ha lavorato il geniale Stan Winston prima della prematura scomparsa, mi riferisco al creatore di effetti speciali dietro a pellicole come Jurassik Park o Terminator. Purtroppo artisti di tale livello non nascono ogni giorno ma è bello che possano vivere per sempre attraverso le loro opere.

Di solito faccio un piccolo riassunto del film, in questo caso non lo farò, la storia è già così famosa che mi pare quasi inutile farlo, e per quei pochi che non la conoscono preferisco serbare il "mistero" alla prima visione della pellicola.
Avatar non è un film che va solo visto, è un qualcosa che va vissuto, assaporato, gustato. Oltre a tutte le polemiche, oltre a chi guarda e si sofferma solo cercando analogie con altre opere, per me Avatar è stata una grande esperienza, e vi auguro che sia altrettanto per voi.



lunedì 18 gennaio 2010

Tekken live action


Tekken live action




Chi l'avrebbe mai detto? Mancava giusto Tekken all'appello dei tanti film tratti da videogiochi.

La pellicola sarà diretta da Dwight H. Little, già regista di film con arti marziali, basta pensare a "Drago d'acciaio" con il mai dimenticato Brandon Lee. Il progetto è in ballo da diversi anni, per la preicisione  dal 2002, ma solo oggi abbiamo qualcosa di concreto.

Il film dovrebbe uscire entro l'anno, vi lascio al trailer ufficiale rilasciato da pochi giorni:



martedì 12 gennaio 2010

Addio a Spider-man 4

Spider man



Molto tristemente in queste ore è uscita la notizia che la fortunata serie di film, Spider-man, diretta da Sam Raimi, non avrà seguito. Sia il regista che il protagonista hanno abbandonato il progetto.
Sony pretendeva il film pronto entro estate 2011, cosa impossibile visto che lo volevano pure in 3D, cosa che avrebbe allungato di almeno 6 mesi la produzione.
Quindi  il cast originario abbandona per sempre una delle trasposizioni meglio riuscite nella storia del cinema. L'idea attuale è di effettuare un riavvio della serie ripartendo da zero, con note più dark simili alla recente saga di Bataman diretta da Nolan.

Ora inutile dire che la notizia è un duro colpo per i fans dell'arrampicamuri, i film di Raimi, a parte il 3 capitolo, sono stati tutti veramente molto godibili e non riesco a immaginare la rotta che potrebbe prendere la serie con l'abbandono del cast originario.

Pare che il nuovo film vedrà luce nel 2012, mi domando che senso abbia, potevano dare più tempo al regista senza dover arrivare a rompere una collaborazione quasi decennale. Misteri del businnes.




Ciao Alita

Quando sei arrivata nella mia vita, ormai nel lontano 2003, mai avrei immaginato che tu potessi entrarmi tanto nel cuore. Devi sapere, c...